mercoledì 5 settembre 2007

Il Pretesto dei Congressi

Dottore, ho come l'impressione che - ma no, è più di un'impressione, la sento come una certezza. Sento che tutto è inutile, che qualunque cosa io faccia non conta, nè conterà mai, un cazzo.

Infatti è così.

Lei crede dunque come me che la vita non sia altro che un casuale accavallarsi di eventi insignificanti?

Sono convinto che la sua vita sia così. La mia conta. Ho una BMW enorme, un sacco di soldi, villa al mare e in montagna, con il pretesto dei congressi sono sempre in viaggio in posti fantastici e ho tutta la figa che mi pare. Senza contare tutte le nullità disgraziate come lei che vengono qua convinte che io sia un dio. Il suo tempo è scaduto. Seicento euro, grazie.

Nessun commento: