giovedì 27 settembre 2007

Sigarette Toste

Buongiorno. Sto cercando lavoro e così mi chiedevo se voi non avreste per caso necessità di una persona.

Ma noi abbiamo sempre bisogno di persone. Mi dica, lei cosa sa fare?

So imitare il canguro.

Temo che non abbiamo necessità di imitatori di canguri, in questo periodo. A noi servirebbe uno...

Ma lo so fare solo io a questo livello. Poi ai clienti australiani piacerebbe sicuramente moltissimo.

Non abbiamo molti clienti australiani. In realtà a noi serve uno smistatore di cicche di sigaretta.

Capisco. E il mio compito quale sarebbe?

C'è da vuotare tutti i posacenere in un contenitore di plastica per poi separare le cicche dov'è rimasto un po' di tabacco da quelle sfruttate fino in fondo. Il tabacco così ottenuto passa ad un altro reparto dove vengono confezionate nuove sigarette. Poi io le fumo e il ciclo ricomincia daccapo.

Capisco. Beh, penso di riuscirci.

Mah, non so. Vedo che lei ha le dita ingiallite, quindi è un fumatore. Lei fumerebbe le cicche.

Ma no, no. Io fumo le Toxophil. Non fumerei mai delle cicche, l'assicuro.

Intende forse dire che le cicche non sono buone? Così lei mi offende.

Non intendevo offenderla. Solo che io non fumo...

Va bene, va bene. Lasciamo stare. Sono disposto a darle una possibilità. Ma sappia che qui dentro si LAVORA, non si sta qui a girarsi i POLLICI. A me serve un elemento valido che LAVORI e che abbia l'intelligenza di capire quando una sigaretta è finita e quando invece c'è ancora qualcosa da fumare. E metta le sue cicche da un'altra parte perchè le Toxophil mi fanno schifo. Io fumo solo le Mòrtifer Nere. Le piacciono?

Ma, ecco, ne ho fumata una qualche volta ma non ricordo bene che gusto avessero.

Sono sigarette TOSTE. Ne prenda una.

Grazie.

Su, tiri, non faccia il FROCETTO.

Cough, cough.

Le trova pesanti? Non ce la fa?

No, ho solo un po' di...cough...tosse...

Se la sento tossire un'altra volta le spengo la sigaretta dove dico io.

Eh eh eh.

C'è poco da ridere. Dico sul serio. Ad altri è successo.

Capisco. Beh, ecco, adesso dovrei andare. La chiamerei nel pomeriggio per confermare la mia assunzione, se vuole scusarmi, avrei un impegno, e...

No.

Ma...

No. Lei resta lì. A fumare una delle mie Mòrtifer. Finchè non ha finito non se ne va. E che non la senta tossire.

No, sul serio, ho un impegno, è tardi e...

Voglio vedere che la ASPIRA. Uhm...

Ma...

Sì, mi sto masturbando, e allora? ASPIRI. Se prova a muoversi di lì le sparo una pallottola in faccia. Si sta cacando sotto, eh? Lei è proprio un frocetto. Aspiri. Mmmmmh...cacasotto d'un frocetto...godo...porca puttana, PORCA PUTTANA...aaaah! Ah! Aaaaaaah! GODO! Aaaaaah! E' troppo bello...mmmmh....ah...ah...aspiri....AAAAAAAAAAH!

Ehm...posso andare?

1 commento:

Anonimo ha detto...

Took me time to read the whole article, the article is great but the comments bring more brainstorm ideas, thanks.

- Johnson