lunedì 4 agosto 2008

Ecco

no, non ho mai capito
non chiedermi nulla,
guardami ma non seguirmi
qui sotto
dove ondeggiano le barche
dove il cielo può aprirsi
e non ti rivela mai
nulla più
di un altro io, ancora,
un altro io, e un altro,
ancora,
e un altro ancora io,
io, io,
allora
che bisogno c'è
di aprire il cielo
se sei qui con le mani
nelle mani
e sai
ma non ho mai capito
che cosa avrei dovuto farci
non ho
il potere
di capire
il dialogo insiste
e tu mi chiedi
mi incalzi
cerchi qualcosa
dentro

Nessun commento: