venerdì 17 luglio 2009

Meglio

Il Capitano Schmeichel della 240a divisione artiglieria fotonica guardò desolato la sala deserta.
Cigolando e caracollando T67, il vecchio robot, entrò dalla porta in fondo.
- Dove cazzo sono tutti? - chiese Schmeichel.
- Duvalier si è fratturato una tibia mentre cercava di aprire un barattolo di confettura di iperpere di Sarchiamoto IV.
- E Johnson?
- Deceduto mentre consumava la suddetta confettura.
- Chi ha aperto il barattolo?
- Lacedelli, signore, con un laser pesante.
- E Sikorski?
- Si è perso in un bicchier d'acqua.
- Ma non ha consumato la suddetta confettura.
- No, signore.
- E io dove sono?
- 'N gul' a ttè, ah ah ah ah!
Schmeichel estrasse la sua pistola a modulazione quantica e fece fuoco sul robot, che scomparve in una nube di antineutrini e pioni K. Un ultimo elettrone rotolò per alcuni centimetri con un triste suono e decadde rapidamente.
- Ahhhh, che dolore! - gridò il capitano, con il cervello in fiamme. Corse urlando fuori dalla sala comando e si precipitò nella toilette dove immerse la testa in un lavandino a idrosospensione magnetica pieno d'acqua. L'improvvisa ionizzazione lo fece dapprima sussultare, poi ruttare.
Sedette a terra, il capo tra le mani.
- Buongiorno capo - disse.
- Salve Schmeichel - disse il capo, al momento miniaturizzato per ragioni di sicurezza. - Ehi, non stringere così forte.
- Scusa, capo.
- Niente. A quanto pare siamo rimasti solo noi due a lottare per la democrazia e la libertà nell'universo.
- Beh, Duvalier si è solo rotto una gamba e forse Sikorski riuscirà a uscire dal bicchiere.
- D'accordo, ma per ora ci siamo solo noi.
- Per fortuna stiamo bene insieme.
- Già. Senti, Schmeichel.
- M?
- Non ti pare che in fondo la democrazia non sia che un'illusione?
- No. Ma forse tu lo sei.
- O forse l'intero universo.
- Tanta fatica per nulla.
- Ma non dobbiamo più preoccuparci del risultato.
- Già, è vero.
- Già.
- Triste, però.
- Sì, un po'.
- Capo?
- Sì?
- Dammi un ordine. Almeno per una volta. Dimmi cosa devo fare.
- Non esiste dovere, solo volontà.
- Allora dimmi cosa devo volere.
- Lottare per la democrazia e la libertà nell'universo.
- Anche se fossero tutte illusioni?
- A maggior ragione.
- Grazie capo. Mi sento già meglio.

Nessun commento: